Tasi coniugi separati e condominio: ecco chi paga

Amministrazione e
consulenza immobiliare

Professione esercitata ai sensi della legge
14 gennaio 2013, n.4 (G.U. n.22 del 26-1-2013)

Professione esercitata ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n.4 (G.U. n.22 del 26-1-2013)


Breaking News

Tasi coniugi separati e condominio: ecco chi paga

A dare le risposte in caso di pagamento Tasi per coniugi separati e condominio il Ministero delle Finanze con una serie di FAQ pubblicate sul sito: Chi deve pagare la Tasi se i coniugi sono separati sia nel caso di immobile di proprietà che in caso di locazione? E chi la paga nel condominio? Ecco le risposte date dal Ministero delle finanze nelle FAQ pubblicate on line. Imu e Tasi sono le due prossime scadenze a cui sono chiamati i proprietari di immobili il prossimo 16 giugno. Ma ci possono essere delle situazioni dubbie che devono essere risolte e questo fa il Ministero dell’economia e delle finanze con le FAQ pubblicate on line. Tasi coniugi separati immobile di proprietà: chi paga? Tra questa situazioni dubbie ci può essere il caso di coniugi separati. Chi paga la Tasi? Se sull’immobile assegnato dal giudice della separazione, il coniuge assegnatario è considerato ai fini IMU come titolare di un diritto di abitazione e pertanto, in quanto titolare di un diritto reale, è soggetto passivo IMU, stessa conclusione vale anche per la TASI. In tal caso, il coniuge è titolare del diritto di abitazione e, indipendentemente dalla quota di possesso dell’immobile, è il solo che paga la TASI con l’aliquota e la detrazione, eventualmente prevista, per l’abitazione principale. Tasi coniugi separati: immobile in affitto Se, invece, la casa assegnata fosse in locazione (esempio casa in locazione abitata dai coniugi prima della separazione, poi assegnata dal Giudice della separazione ad uno di essi), la TASI deve essere calcolata dal proprietario con l’aliquota prevista dal Comune per gli immobili diversi dall’abitazione principale e l’importo ottenuto verrà pagato in parte dal proprietario e in parte dal locatario, in base alle quote deliberate dal Comune. Tasi; chi paga per il condominio? Così come per l’IMU, anche per la Tasi, l’amministratore di condominio è tenuto al versamento dell’imposta per i locali di uso comune dotati di rendita catastale (ad esempio, la sala riunioni per l’assemblea), recuperando le somme dai comproprietari. La stessa regola vale per i locali in multiproprietà.

STUDIO PRASEDI - P.I. 05168950961
via Pellizzari, 28 - 20871 Vimercate (MB)
F. 039.666438
Studio Prasedi Club

039.6854034
info@studioprasedi.it
studioprasedi@pec.it


seguici su:

© Creative Studio